Come sopravvivere al primo anno da mamma

· ·

La tua vita cambia dal momento in cui ti poggiano sulla pancia in sala parto il tuo piccolo…e proprio lì che avviene un clic e come se la tua vita ricominciasse. E come per i serpenti, che perdono la loro vecchia pelle per vestirne una nuova, perché? Cambiano le priorità, il tempo a tua disposizione […]

La tua vita cambia dal momento in cui ti poggiano sulla pancia in sala parto il tuo piccolo…e proprio lì che avviene un clic e come se la tua vita ricominciasse.
E come per i serpenti, che perdono la loro vecchia pelle per vestirne una nuova, perché?
Cambiano le priorità, il tempo a tua disposizione ( sport/amici/beauty/uscite serali) il tempo per la casa, per il partner, per il lavoro .
I primi mesi da sola a Milano, sono stati molto faticosi, dando a Nina solo il mio latte con nessuna introduzione di latte artificiale,facendo tutte le poppate quella di mezzanotte, delle tre, delle sei …
praticamente andavo a dormire ogni sera alla sei del mattino svegliandomi rintontita alle due del pomeriggio e da li via a cambio pannolino, bagnetto, poppata sino ad arrivare a sera senza rendermi conto che non avevo neppure pranzato.
Allattare è meraviglioso ma ti toglie un sacco di energia, mi ritrovavo a deambulare la sera,quando mio marito parlava con me .
Nessuno può insegnarti a essere madre e tanto meno la madre perfetta.
Però si possono condividere esperienze tra donne e ciò può aiutare.
Ecco le regole di sopravvivenza da me stilate. Naturalmente non sono un pediatra o uno psicologo e non voglio sostituirmi a loro , ma sono una donna che vuole condividere con voi le esperienze e magari ciò che vale per me, è d’aiuto anche a voi.

REGOLE DI SOPRAVVIVENZA al primo anno da mamma:

1. Non rimanere in pigiama tutto il giorno, perché vi sarà sentire sciatte e inbruttite sopratutto in questo momento in cui non dormite e avete una pelle spenta e pallida e i soliti cerchi attorno agli occhi tipo panda;

2. Lo so la doccia è diventata un lusso, e vi tocca lavarvi a pezzi, e non esiste del tempo per truccarsi ma il copri occhiaie e un pò di fard che vi cancellerà il colorito cadaverico, vedervi bene vi aiuterà;

3. Siete veramente cotte e il tempo per il vostro partner si è ridotto notevolmente ma trovate almeno due tre volte a settimana l’occasione per avere un attimo di intimità non escludendo il sesso, siete mamme ma pur sempre donne;

4. Anche la coppia ne risente ma una volta a settimana imponetevi di uscire con il vostro partner una cenetta fuori vi solleverà l’umore;

5. Eravate delle sportive oppure vorreste fare sport per rimettervi in forma, per ora vi è impossibile però iniziate a nutrirvi bene solo carboidrati integrali a pranzo e proteine e verdure alla sera e 2 l d’acqua questo vi aiuterà in mancanza dello sport a farvi perdere liquidi e kg in eccesso e se poi allattate grazie a quello perderete un sacco (allattando si bruciano 700kalorie al giorno) ;

6. Non dimenticatevi degli amici e organizzate almeno una “pizzata ” o un pranzo domenicale;

7. Non avete tempo per cambi smalto etc fate una volta il semi permanente che vi durerà un mese sulle mani e due sui piedi, restando sempre in ordine;

8. Non riuscite ad occuparvi cone vorreste della casa e della cena, chiedete almeno la sera collaborazione al partner, del resto i padri di oggi son cambiati sanno fare tutto e se non è così basta istruirli ( del resto anche voi avete imparato e come si dice in Sicilia : “nessuno nasci imparatu” );

9. Dal sesto mese in poi iniziando con lo svezzamento chiedete ai vostri genitori o alla suocera di tenere qualche ora il piccolo, una boccata d’aria fresca fuori dalle pareti domestiche, che sia mangiare un sushi oppure una mostra o altro vi ritornerà;

10. Aver resistito ed essere sopravvissute al primo anno da mamme vi darà una forza immensa che non sapevate di possedere, dunque utilizzatela a vostro vantaggio, capendo che siete cambiate idriche siete più toste, lucide, meno superficiali, dirette, non vi perdete più in fronzoli e avete carpito il focus delle cose e poi sorridete perché siete fortunate anzi privilegiate e avete tra le braccia la cosa più bella e unica : vostro figlio!

Sorridete e guardatevi allo specchio memorizzando questa immagine felice e portatela alla mente nei momenti di difficoltà e sconforto.
Check your C Point.
Love C.

image image image

Fotografo : Alessandro Tondo

Outfit : Le Loopas